Limbo al tramonto

Ritornare qui, adesso, in mezzo a questi alberi, ad ascoltare un mondo che viaggia in sottofondo, e catturare l'eterno istante di una foglia che giace sull'erba.

C'è chi lascia questa strada, le voci dei bambini, la corsa di un cane, lo sguardo del padrone.

In prima fila sul tramonto.

Qui.

Dove al freddo regalavo caldi baci.

Qui.

Dove riempivo un vuoto tepore con la dolcezza di mille carezze.

Il sole ridona in parte tutto ciò, è il mio cuore che si esalta e accresce questa energia.

Il corpo immobile, la mente leggera, quel raggio scruta dentro per infondere speranza e amore. Fiducia in un domani sereno, perfetto.

Lo voglio cogliere, fermarlo in uno scatto per tenerlo chiuso dentro di me e ritrovarlo quando mi sento perso.

Non è nostalgia, non è rabbia, non è dolore, è sempre e soltanto amore.

Mi prendo questo momento, so che è unico, per questo l'ho sentito.

E ancora brucia questo sole, quando sembra finire arde ancora.

E sai che è un arrivederci, perchè sempre ti scalderà.

E così l'amore dovrebbe essere.

Quanti sono pronti per un'esperienza del genere? Io sono pronto?

Tu lo sei?

So solo che qui, ora, io ci sono.

Mano nella mano le persone camminano, i cani scodinzolano, e ritorno in questo spazio."

 

Alberto

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now