Lettera al mio corpo

Deborah - Genova

------------------------------------------------------------------------------------

Ciao, come stai?

Te lo chiedo ma in realtà dovrei saperlo. E’ vero, non ti ascolto mai. Potrei darti mille giustificazioni ma sarebbero soltanto scuse. Eppure tu mi sopporti ormai da 34 anni. Non ...

Ehi mamma

M.I.A.

------------------------------------------------------------------------------------

Ehi mamma,

hai mai letto quella poesia di H. Hesse che dice “qualunque cosa avvenga di te e di me, comunque si svolga la nostra vita, non accadrà mai che, nel momento in cui tu mi ...

La semplicità dei momenti

Ilaria

------------------------------------------------------------------------------------

Caro Marco,

 

ti ricordi il nostro primo bacio? In un parco di Londra, sdraiati sull’erba morbida e verde circondati da maestosi alberi, liberi si muovevano sinuosamente al tocco del vento... 

Salsedine nei ricordi

Elena

------------------------------------------------------------------------------------

Non c’è musica, non c’è plastica, non c’è nulla: solo una natura ruggente di fichi d’india e cicale. Profumo di timo e mirto che penetra nella pelle e sublima il sudore appiccicato ...

Dedicato a me, a noi

Micol - Genova

------------------------------------------------------------------------------------

Una lettera che da giorni si stava “scrivendo da sola” dentro i miei pensieri per la situazione che coinvolge tutti, e per la mia in particolare. Un contesto nuovo, ...

Caro Orsacchiotto

Paolo Migliorelli - Roma

------------------------------------------------------------------------------------

Caro Orsacchiotto, 

Tu che sei di stoffa peluche ed osservi il mondo silenzioso, affacciato ad una finestra, senza lasciare un'orma di fiato sul suo vetro...

La porta

Sergio

------------------------------------------------------------------------------------

Cara Emi,


ogni volta che do un giro di chiave e fermo la porta, la sera, ho sempre paura di lasciare fuori qualche cosa. Accendo la luce sempre più tardi, ora che le giornate si allungano.

Le rose dell'anima

Chiara

------------------------------------------------------------------------------------

Ho fatto un sogno, ero una rosa, c'era qualcuno che seminava il seme per lasciarmi diventare rosa.

E prima di essere seminata, ho sognato di farlo io con tanti altri.

Alle donne vittime di violenza

Chiara

------------------------------------------------------------------------------------

"I codardi"

La vita a volte porta ad affrontare situazioni difficili. Tra quei momenti cattivi e pesanti i responsabili di solito sono persone complicate, quasi sempre impossibili e ingestibili che sono piene di odio, di rabbia, di insicurezze e ovviamente di paure.

La libertà per me

Maria Angela

------------------------------------------------------------------------------------

Quando ero ragazzina, ricordo chiaramente quanto era bello essere liberi da impegni scolastici, e la meraviglia che rappresentava per me un intero pomeriggio da poter dedicare ad un sereno ozio.

...

Invia la tua lettera a scriviamezzanotte@gmail.com per vederla pubblicata sul sito. 

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.