Il volo del gabbiano

Ogni dolore che si può dire può essere sopportato, tranne quello che richiede silenzio.

Uno delle cose più dolorose è mantenere le parole che dobbiamo dire e non siamo riusciti a dire quali sono i momenti più silenziati perché non abbiamo trovato parole, quelle parole rimaste dentro sanguinanti perché non potevi parlare, avevo bisogno di svuotare quello che era dentro di me per riuscire a riposare. 

Manchi una voglia che la parola non può scrivere, e il silenzio non può tenerlo. E nella nostalgia non c'è differenza tra un giorno, un anno o una vita.

La dimensione della mancanza supera l'idea del tempo.

Dentro di me mille storie e una storia che solo Dio sa, vorrei che le anime capiscono cosa c'è nei cuori, ma la mia tristezza non mi permette di dire ciò che c'è dentro di me.

Ero accanto a te come una nuvola, una nuvola di vita sopra la città della tua casa, la tua nuvola ha piovuto bei miei sogni e sono passati bei momenti puri e musica classe.

Non conosciamo il vero valore dei momenti della vita fino a quando non si perde nel profondo della memoria, possiamo perdere come un tramonto e il tempo può distrarci ma il battito del cuore rimane indimenticabile.

Ora vola con quei gabbiani che le tue ali nuotano nell'aria, canta la melodia dell'amore con ogni brezza di primavera, suona l'incona dell'amore e del desiderio. Portalo in alto gabbiano per vedere il suo sogno. Tra suonare l'anima e il sogno dei desideri, ti troverai, ti troverò.

La separazione è molto dolorosa, ma Dio aumenterà la luce nella fede darà forza finché non ci si alzerà.

La tua assenza sarà dolorosa e lunga, le lampade della tua vita sulla terra si sono spente, la mia tristezza è diventata buio anche nel giorno.

Tutto è cambiato anche i significati della mancanza la sensazione che avevo tutto, ma ora sono in un mondo che non potevo restituirlo ed è diventato una notte ingiusto e mortale.

Il mio cuore è triste, quando il cuore è triste tutto si ferma non c'è vita in un corpo da cui la vita è persa in un cuore pieno di tristezza, per quello che ha perso.

Quando il cuore si spezza diventa come una rottura sparsa non può essere raccolto è ricomposto perché si sono perse le parti che non possono essere ricomposte, ma solo il proprietario del cuore spezzato lo sente il dolore.

Oggi le mie parole sono tutte distratte, i miei pensieri sono confusi, non hanno una direzione logica. Oggi è uno di quei giorni in cui non vorrei essere chi sono, oggi è un giorno in cui vorrei non essere in questo mondo crudele.

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now