Il lato positivo

L'unico modo che mi viene in mente per affrontare questo periodo é vedere il lato positivo. 

Non prendetemi per una superficiale o menefreghista perché adesso vi spiego.

 

A casa posso passare tanto tempo con i miei gatti. So che può sembrare strano, ma loro sono molto felici di stare insieme a noi e ancora non si capacitano di averci 24 ore su 24. E, nonostante questo, non ci perdono di vista un attimo e sono diventati delle perfette cozze! Questa cosa mi riempie il cuore di gioia, perché penso sempre di aver poco tempo da passare con loro e ora posso recuperare.

 

Durante la settimana vedo più le mie colleghe che il mio compagno. Ora, anche se lavoro da casa, io e il mio compagno ci vediamo, stiamo insieme, mangiamo insieme, ci prendiamo un caffe insieme nelle nostre pause: gesti quotidiani e semplici che ti riempiono la giornata. Nella semplicità di un caffè ritroviamo la complicità che le nostre vite frenetiche a volte ci fanno perdere un po' di vista. 

 

Tempo! Abbiamo tempo! Da quanto non avevamo tempo?! Tempo per leggere, scrivere, disegnare e, nel mio caso, soprattutto, cucire.

Amo cucire,ma é una cosa che richiede fantasia e tempo, cose che la frenesia della giornata spesso ti fa finire.

 

Ovviamente ci sono tante cose che mi mancano: la mia famiglia, i miei amici, uscire per andare al mercato, prendere il treno. Ma sono certa che tutto tornerà alla normalità e sapremo gustarci meglio ogni nostra piccola cosa, perché sappiamo cosa vuol dire non poterla fare con libertà.

Per ora, come già detto, concentriamoci sul nostro lato positivo.

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.