Ferite guarite

Ti scrivo perché questo è il modo più adatto per esprimere tutto il mio risentimento nei tuoi confronti. In realtà dovevo vederti, dovevo parlarti, perché c’erano molte cose da chiarire e invece sono bloccato fra queste quattro mura senza possibilità di andare a fare nemmeno la spesa dato che mi sono slogato un piede scendendo le scale di casa. Ora mi resta solo tanta rabbia che non riesco a sfogare. Avremmo litigato, urlato, perché ognuno avrebbe sostenuto le sue ragioni e per come siamo fatti, e ci conosciamo bene, saremmo potuti arrivare anche alle mani. Sono disperato e non so come fare. Non ritengo possibile risolvere al telefono questioni così importanti e soffro moltissimo per questa situazione che ci impedisce di affrontarci direttamente. D’altra parte neanche tu mi hai cercato e quindi sicuramente ritieni che dobbiamo chiarirci faccia a faccia e non con una videochiamata. Mi infastidisce non sapere quanto tempo ancora passerà prima di poterci incontrare. Che strano, non ti sopporto eppure non vedo l’ora di incontrarti. Sono più ansioso di vedere te che tante altre persone con cui non ho alcun problema. E’ quasi illogico. Questa maledetta situazione che non ci permette di fare tutte le cose che vorremmo e alla fine ci fa perdere persino la cognizione del tempo. Che giorno è oggi? E chi lo sa? Tutto quello che so e che vorrei gridarti in faccia tutto il mio odio perché... già perché?!? In un istante la nostra questione mi è sembrata meno grave, non tanto da arrivare alle mani e forse nemmeno tale da urlare. Sta succedendo il finimondo e noi dovremmo discutere di una cosa così futile e che quando tutto sarà finito, se ce ne ricorderemo ancora, probabilmente non significherà più niente? Fuori la gente muore, ma chi resta in casa può anche ritrovare qualche ragione di vita in più. Come sembra piccolo il nostro problema e com’è invece grande il nostro rapporto che rischiava quasi di essere distrutto e che invece in questa situazione paradossale potrebbe persino rinsaldarsi. Accidenti, è proprio vero che non vedo l’ora di vederti, ma solo per abbracciarti con tutta la mia forza. 

Ciao fratello. 

Ciluano Piucoli 

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now