Caro Bi

Caro Bi,

 

Non ricordo esattamente la prima volta che ti ho visto, ma so di per certo che da quel momento in poi è stato tutto diverso. Apro uno degli ultimi scatoloni rimasto dal trasloco, e ritrovo, quasi per sbaglio, una fotografia che mi catapulta indietro di 20 anni: siamo Tu ed io per mano, circondati da un prato verdissimo pieno di fiori colorati, sullo sfondo fanno da cornice le nostre amate montagne, ancora ricoperte di neve. I ricordi iniziano ad affollare la mia mente, penso che non devo lasciarmi travolgere, adesso non è proprio il momento per le emozioni ed i sentimenti... troppo tardi... Le lacrime iniziano a rigarmi il volto, la nostalgia non mi permette di restare lucida. Sai qual'è la cosa buffa? Ho fatto di tutto per fermare i sentimenti, rimuovere i ricordi; mi sono concentrata sulla mia vita, ho cambiato città per studiare, conosciuto decine di persone estremamente diverse tra loro... nulla però ha permesso che cambiasse quello che provo per te. Quando avevo sette anni, mi svegliavo nel cuore della notte piangendo perché mi mancavi, non vedevo l'ora che arrivasse l'estate per poter giocare con te. Di estati ne sono ormai passate tante, ma la voglia di vederti è rimasta tale e quale. Ora siamo adulti, ognuno con la propria vita, i propri obbiettivi, sono cambiate tante cose rispetto a quando giocavamo in quel prato... Vederti però, fa sempre lo stesso effetto. Mi ricordo una sera, eravamo solo noi due, parlavamo... Ad un certo punto mi hai chiesto cosa avrei voluto che succedesse in quel momento; io ti ho mentito: Non è vero che non sapevo rispondere, sapevo benissimo che il mio più grande desiderio era che quegli attimi in tua compagnia non finissero mai. Spero con tutta me stessa che tu sia felice, come lo sono io quando ti vedo, anche solo per un momento, anche da lontano. Spero tanto che tu ti senta circondato da un po' di quell'immenso affetto che nutro per te.

Ti auguro tanta serenità e tanti sorrisi

 

Ti stringo forte e ti porto nel cuore

 

Anonima

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.