Alle donne vittime di violenza

"I codardi"

La vita a volte porta ad affrontare situazioni difficili. Tra quei momenti cattivi e pesanti i responsabili di solito sono persone complicate, quasi sempre impossibili e ingestibili che sono piene di odio, di rabbia, di insicurezze e ovviamente di paure.

A queste persone io gli chiamo: codardi.

Colui che osa alzare la mano ad un'altra persona per poter imporsi è un codardo, proprio come colui che, minaccia  gli altri per imporre la propria autorità in modo aggressivo e ottenere così i suoi desideri.

Queste persone sono codardi che causano dolore a coloro che li circondano colpiscono le persone mentalmente debole.

A volte si dice che sono stati vittime, no, non sono vittime che diventano carnefici. 

Sono codardi. Che non osano affrontare se stessi. Sono codardi che preferiscono la violenza che li fa sentire che hanno il controllo. Perché hanno paura di rendersi conto che sono soli per tutto quello che hanno dovuto mietere per la loro vita.

Tutte le persone hanno  un passato, con cose buone e cattive, nonostante le cattive non tutti scelgono di fare male  agli altri.

Perché esiste qualcosa che si chiama buon senso, logica ed essere ragionevole. Quando tutto questo fallisce c'è qualcosa di più in là che conosciamo come l'essenza dell'anima.

Le persone buone sanno perfettamente di cosa parlo. Io vorrei che solo una persona riuscisse a capire cosa sto dicendo, spero che finalmente riescono a  capire è dare un taglio netto a tutto ciò.

Allontanatevi  da quelle  persone.

Siate coraggiose e prendete la  distanza da quella persona egoista, vuota, piena di conflitti e mancanza di amore e non rispetto per la vita.

Siate coraggiose, decidete per voi. Amatevi abbastanza per rendervi  conto che valete molto e che quella persona si è guadagnata il premio per affrontare le conseguenze delle sue azioni dal suo lato.

Se mi state leggendo e quello che dico ha senso, siate coraggiose, credete in voi. Ci saranno molte persone che credono in voi e vi vogliono bene; ma la più importante sei tu.

Se al contrario la persona codardo potesse aver modi di leggere non ti auguro che ti vada bene o male. Solo che ricevi quello che hai raccolto e come ti viene concesso quello che cresce nella tua decisione di fare da oggi in poi della tua vita.

È molto facile distruggere; ma c'è sempre tempo per costruire.

I codardi prima o poi vedranno il loro riflesso nel più grande delle loro paure. Lì si spegne completamente la luce.

Invece coloro che vivono con amore al prossimo, alla vita e a chi ci concede  la stessa continueranno a riempirsi di luce e amore.

Alle donne  dovete essere coraggiose  e rendere la vostra vita bella vale la pena.

Siete di più, non dimenticatelo mai.

Amare non è possedere ma condividere senza imporre. Troppe notizie di aggressione in questi giorni di quarantene. Non si può.

Un abbraccio

“Chiara”

scriviamezzanotte@gmail.com

©2020 di Scrivi sempre a mezzanotte.